Mutuo ING Direct: Requisiti, Opinioni e Calcolo Rata

Chi si affaccia per la prima volta nel mondo dei mutui ha l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda la selezione dell’istituto bancario cui fare affidamento. In questo articolo affronteremo le soluzioni offerte da Ing Direct, divisione Retail di Ing Bank N.V. Milano.

Miglior Mutuo a Tasso Fisso e Variabile: Guida Completa alle Migliori Banche

Per te che desideri diventare il proprietario di un immobile, magari per la prima volta, di sicuro, il miglior mutuo è quello che soddisfa di più le tue esigenze di risparmio, sempre e comunque, nel rispetto dei tuoi diritti di consumatore. A tal proposito, puoi approfondire l’argomento leggendo i prossimi paragrafi sul Miglior Mutuo: quali sono, quali scegliere e consigli.

Quali sono i migliori mutui del momento?

Per valutare quali siano i migliori mutui di questo periodo, è indispensabile prendere in considerazione diversi fattori chiave che ne determinano la convenienza e utilizzare i vari comparatori di mutui presenti sul Web per raffrontare più finanziamenti proposti dalle numerose banche che operano sul territorio italiano. In generale, attualmente i migliori mutui per liquidità sono proposti dalla BNL e da CheBanca, invece, per l’acquisto della prima e della seconda casa si devono rilevare Banca CARIGE e UniCredit. In merito agli elementi fondamentali che devi tenere in considerazione per scoprire il finanziamento a te più idoneo fra i migliori mutui del momento, ecco proposto qui di seguito l’elenco dei fattori chiave ai fini del tuo risparmio:

  • Lo spread, vale a dire il costo reale che un istituto di credito richiede per concedere un mutuo. Lo spread determina il costo fisso del finanziamento e resta stabile per tutta la sua durata, anche in caso di portabilità del mutuo (surroga), ossia di trasferimento gratuito del prestito in un’altra banca per abbassare l’ammontare delle rate da rimborsare e ottenere delle condizioni più favorevoli.
  • Il tasso d’interesse del prestito, che a sua volta viene sommato allo spread e definisce l’ammontare del rimborso.
  • Il TAEG, acronimo di Tasso Annuo Effettivo Globale, detto anche indice sintetico di costo (ISC), un indicatore del tasso d’interesse espresso in percentuale che rendere chiaro a quanto ammontano gli interessi passivi calcolati sul mutuo e i vari oneri che devi pagare in concreto. Più nello specifico, il TAEG include il TAN, sigla che sta per Tasso Annuo Nominale, e gli oneri accessori, ad esempio, le spese d’istruttoria e di perizia. A tal proposito, per risparmiare è auspicabile che tu scelga l’offerta di mutuo con il TAEG più basso.
  • L’Euribor, un tasso interbancario di riferimento calcolato quotidianamente dalla European Banking Federation che indica la media ponderata dei tassi d’interesse delle transazioni finanziarie della zona euro stipulate fra gli istituti bancari europei. L’Euribor identifica il costo del denaro a breve termine e di frequente viene sfruttato come tasso per il calcolo degli interessi variabili, ad esempio, nel caso dei mutui a tasso variabile.
  • L’Eurirs (Irs), un tasso interbancario di riferimento impiegato come parametro per l’indicizzazione dei mutui ipotecari a tasso fisso. L’Eurirs, che viene calcolato ogni giorno dalla Federazione Bancaria Europea, identifica il tasso d’interesse medio nel rispetto del quale gli istituti di credito presenti in Europa sottoscrivono i contratti derivati SWAP per coprire il rischio di tasso d’interesse.
  • Il tipo di mutuo, ad esempio, il mutuo a tasso variabile, il cui tasso d’interesse è connesso alla fluttuazione dell’indice finanziario di riferimento e le cui rate hanno un importo piuttosto instabile, e il mutuo a tasso fisso, che si contraddistingue per le rate costanti, ossia uguali, per tutta la sua durata grazie al tasso fisso Irs, acronimo di Interest Rate Swap. Altre tipologie di prestiti ormai comuni ma più costosi sono il mutuo a tasso misto, la cui formula è una via di mezzo fra il mutuo variabile e il mutuo fisso con la facoltà di poter passare dal tasso fisso al tasso variabile, o al contrario, in ogni momento, e il mutuo variabile con Cap, il cui tasso variabile consente di determinare in anticipo un limite massimo non oltrepassabile.

Fra l’altro, è bene rimarcare che per scoprire qual è il miglior mutuo per soddisfare le tue esigenze di risparmio devi richiedere più preventivi da confrontare così da fare una scelta consapevole e conveniente. Allo scopo, compila sul Web gli appositi moduli dedicati ai preventivi dei mutui non solo inserendo i tuoi dati anagrafici e di contatto ma anche selezionando le opzioni specifiche, ad esempio:

  • La finalità, la durata e l’importo del mutuo.
  • La località dove è presente l’immobile di tuo interesse, lo stato della ricerca dello stesso, il suo valore, eccetera.
  • L’età e il reddito del richiedente, e così via.

Come si fa a scegliere il miglior mutuo in modo da risparmiare denaro?

Miglior mutuo

Per scegliere il miglior mutuo in grado di soddisfare le tue esigenze di risparmio, devi seguire le seguenti regole:

  • Punta allo spread più basso sin dal principio cosicché siano inferiori anche gli interessi passivi da pagare.
  • Ricordati che allo spread andrà sommato l’indice interbancario di riferimento che è stato prescelto, vale a dire l’Eurirs o l’Euribor a seconda che il mutuo sia fisso o variabile.
  • Valuta sempre il TAEG per comprendere rapidamente la convenienza di un finanziamento.
  • Assicurati che il tasso che ti viene proposto dalla banca cui decidi di rivolgerti resti valido per l’intera durata del mutuo, pertanto, che sia un tasso a regime e non un tasso promozionale valido soltanto per le prime rate di rimborso del prestito (tasso d’ingresso).
  • Tieni da conto che nella maggior parte dei casi gli istituti creditizi finanziano con il mutuo fino all’80% del valore di un immobile ma non di più, quindi, sarai tu a dover pagare il restante 20%. Tuttavia, alcuni istituti bancari possono coprire fino al 100% del totale del valore dell’immobile, ma in tal caso il mutuo di costerà molto di più.
  • Impegnati a cercare informazioni sulle agevolazioni fiscali dedicate a chi acquista la prima casa richiedendo un mutuo e che quindi non sia mai stato proprietario di un’abitazione.
  • Non accendere altri prestiti prima di richiedere il mutuo, ad esempio, il finanziamento per comprare una nuova auto, per non essere ritenuto inidoneo a rimborsarlo.
  • Sappi che gli istituti bancari non concedono mutui a chi ha già preso degli impegni finanziari superiori al 35% del proprio reddito mensile oppure a chi percepisce delle entrate derivanti da lavoro precario o da corrispettivi per contratti di locazione non registrati.
  • Ricordati che il mutuo variabile inizialmente prevede delle rate più basse rispetto alle quote di rimborso del mutuo a rate costanti (fisso) ma in seguito possono esserci delle cattive sorprese poiché il tasso d’interesse è connesso all’oscillazione dell’indice di riferimento.

Altri consigli da tenere in considerazione

Il mutuo è un finanziamento a medio-lungo termine che può mettere a dura prova il tuo bilancio, il tuo benessere psicofisico, le tue certezze e le tue abitudini, pertanto, devi analizzare con attenzione le numerose proposte dei tanti istituti di credito presenti in Italia invece di accettare la prima offerta fatta dalla tua banca o i consigli dei tuoi cari.

Inoltre, per la scelta finale, il fai da te è da scartare, a meno che tu non sia un laureato in ambito finanziario oppure in economia e commercio. Al riguardo, è più ragionevole che tu ti rivolga ad un consulente professionista che sappia indirizzarti verso il mutuo e la banca per te più convenienti oppure al personale dell’istituto bancario di tuo interesse, anche gli impiegati degli sportelli presso la tua filiale che sapranno indicarti in quale ufficio andare e con chi parlare.

Comunque sia, per scegliere il miglior mutuo che ti consenta di risparmiare denaro ricordati i punti e le regole chiave qui sotto elencate:

  • In merito all’ammontare massimo della rata del mutuo sottoscritto, sappi che il rapporto rata/mutuo non può oltrepassare mai 1/3 del tuo reddito netto mensile.
  • Prima di cercare e poi trovare un immobile troppo caro per le tue tasche, ricordati sempre quali sono le tue reali e sicure entrate mensili.

Assicurazione Mutuo per Perdita Lavoro e Licenziamento: Cos’è e Come Funziona, A cosa Serve, Coperture

Nel momento in cui si proceda alla stipula di un mutuo per acquisto abitazione o per ristrutturazione, l’istituto di credito può proporre anche la sottoscrizione di una specifica polizza mirata a realizzare una tutela nell’ipotesi in cui si perda il proprio posto di lavoro o si venga licenziati. Si tratta di un’assicurazione, assolutamente facoltativa, che tutela l’investimento immobiliare qualora non sia presente più una fonte di reddito per provvedere al pagamento delle rate periodiche, al quale provvede la compagnia assicurativa. Scopriamo quindi qualcosa in più sull’assicurazione muto per perdita lavoro e licenziamento.

Mutuo 100 per Cento Credit Agricole prima Casa

Il mutuo al 100% rappresenta un’opzione molto appetibile specie tra i più giovani. Il motivo è molto semplice e risiede nel fatto che le banche solitamente erogano un importo pari all’80% del valore dell’immobile e, specie per chi lavora da poco, risulta difficile mettere insieme quel 20% di differenza. Uno degli istituti di credito che riesce a proporre un mutuo acquisto casa al 100% è Credit Agricole. Vediamo quali sono le sue caratteristiche.

Come Sospendere la Rata del Mutuo Prima Casa a causa del Coronavirus

Il coronavirus ha sconvolto la quotidianità di milioni di italiani: questa inaspettata pandemia, infatti, ha costretto tutti noi a restare a casa, rinunciando sia agli svaghi quotidiani che ai fondamentali impegni di lavoro.Come se non bastasse, poi, il coronavirus a inciso profondamente sull’economiamettendo alle strette moltissime persone. Se anche tu, come tante altre persone, stai avendo una serie di difficoltà ad arrivare a fine mese, grazie a delle specifiche manovre governative potrai avere delle importanti agevolazioni.

Moratoria sui Mutui: Come Funziona, provedimenti del Governo a causa della crisi del Coronavirus

Il coronavirus ha stravolto le abitudini quotidiane di ognuno di noi: non solo dal punto di vista economico, ma soprattutto da quello sociale. I morti, infatti, non fanno che aumentare, e il regime di quarantena istituito per cercare di arginare questo drammatico fenomeno, ha messo uno stop non indifferente all’economia nazionale ed europea. Il coronavirus, infatti, ha fatto sì che restassero a casa milioni di lavoratori, portando ad una paralisi improvvisa del lavoro e dell’economia. Va da sé che questo stop repentino, abbia portato un’ondata di problematiche sotto molteplici punti di vista.

Nuda Proprietà: Cos’è e Significato, Calcolo del Prezzo di Vendita, Usufrutto a Tempo, Imposte e Tributi, Vantaggi per chi Acquista

Quando si parla del concetto di nuda proprietà ci si riferisce al valore di un immobile decurtato dall’usufrutto. Nei paragrafi successivi entriamo nei dettagli per capire cos’è, come si calcola il prezzo di vendita, il significato dell’usufrutto a tempo, su chi gravano le imposte e i tributi, e i reali vantaggi di chi acquista con la formula della nuda proprietà.

Nuda proprietà: cos’è realmente

Devi sapere che con la nuda proprietà viene messo sul mercato un immobile di proprietà, senza perdere il diritto di viverci per l’intera vita. Quindi nonostante la vendita, con questa formula di mercato, il proprietario (usufruttario) conserva il diritto dell’uso dell’immobile per sempre o per un lasso di tempo stabilito. È possibile affittare l’immobile o vendere l’usufrutto a terzi soggetti, sempre nel rispetto delle condizioni indicate nel contratto di compravendita. Per quanto riguarda l’usufruttario è possibile che si tratti di una persona singola o di una coppia, in ogni caso solitamente ci si trova al cospetto di persone prive di eredi e anziane.

Fideiussione Bancaria: Cos’è, Quando Serve, Costi, Tipologie e Requisiti

Prima di focalizzarci su cos’è la fideiussione bancaria, sul suo scopo, sui requisiti richiesti, sulle varie tipologie e sui costi, è opportuno, a nostro giudizio, fare una premessa, definendo il concetto generale di fideiussione.

Per fideiussione s’intende quel contratto attraverso cui il fideiussore garantisce un’obbligazione di un terzo soggetto, che può essere una persona fisica o un’impresa, nei confronti di un creditore. Insomma, trattasi di una garanzia che nella circostanza in cui viene elargita dalla banca, può essere definita come fideiussione bancaria.

Come Ottenere un Mutuo se sei un Cattivo Pagatore

Da qualche tempo a questa parte, stai riscontrando tutta una serie di difficoltà su come ottenere un mutuo se sei un cattivo pagatore, non è vero? La strada, in queste casistiche, è certamente impervia e tortuosa. Tuttavia, riuscire a centrare l’obiettivo non è assolutamente cosa impossibile.

Nelle condizioni economiche in cui si trova l’Italia, finire per essere un cattivo pagatore è più semplice di quanto si possa pensare. Non è un caso se, specie nell’ultimo quinquennio, il numero di cattivi pagatori è in netto incremento. Fronteggiare il pagamento delle rate mensili è più complesso rispetto a qualche anno addietro, perché i costi della vita si sono fatti più alti, le spese sono più frequenti e gli stipendi non sono cresciuti a sufficienza.

Mutuo e Ipoteca sulla Prima Casa: Cos’è e Come Funziona, Cosa Comporta

C’è davvero molto da scrivere per ciò che concerne la tematica mutuo ed ipoteca sulla prima casa. Partiamo dall’idea di fondo che i mutui sono prevalentemente sostenuti da un’ipoteca che l’articolo 2808 del Codice Civile Italiano definisce come una vera e propria garanzia che consente al creditore di turno di procedere all’espropriazione del bene, a fronte di inadempienza di pagamento da parte del debitore.

Mutuo Intesa SanPaolo MutuoUp per Acquistare Casa: Calcolo Rata, Simulazione e Tassi

L’acquisto della casa è un obiettivo importante per molti italiani; infatti rispetto alle altre nazioni europee, siamo ai primi posti per percentuale di persone che possiedono case di proprietà. Spesso per acquistare casa è necessario ricorrere ad un mutuo, ma qual è l’importo giusto da richiedere? La scelta non è sempre facile perché potrebbero presentarsi spese non previste. Per questa ragione Intesa Sanpaolo offre ai propri clienti il MutuoUp, che consente di richiedere un importo aggiuntivo a quello accordato inizialmente.

Assicurazione Mutuo Casa: Vita, Perdita Lavoro, Incendio e Scoppio: Tipologie, Costi, cosa Copre e Obbligatorietà

Quando stipuliamo un mutuo una delle prime proposte che possiamo ricevere è quella di aggiungere ulteriori costi aggiuntivi per stipulare anche un’assicurazione. In un primo momento possiamo essere restii, non convinti al 100%. Ma cercare di capire quale assicurazione aggiungere può rivelarsi molto importante in futuro, quando si presenteranno delle difficoltà che non avevamo preventivato.

Innanzitutto è inevitabile non stipulare l’assicurazione sulla vita, sulla perdita del lavoro o del rischio impiego. In tal caso si dovessero verificare una di queste possibilità e quindi non ci sarà modo di poter restituire il capitale possiamo stare più tranquilli, questo tipo di assicurazione non è obbligatoria ma possiamo tranquillamente richiederla.

Mutuo Consolidamento Debiti: Cos’è e Come Funziona, Senza Immobili, Offerte di Intesa SanPaolo, Unicredi e Che Banca

Il consolidamento debiti è un particolare tipo di mutuo attraverso cui è possibile pagare tutti i debiti contratti presso un’unica banca o istituto finanziario in cui versare l’intero importo in rate mensili, dilazionando
l’esborso di denaro in diversi anni.

Il consolidamento debiti consiste in un rifinanziamento del mutuo, da parte di un istituto di credito; tale forma di mutuo permette di ottenere delle somme de denaro aggiuntive con cui pagare i propri debiti e da ripagare con rate mensili alla banca o all’istituto finanziario che le ha elargite. Ottenere maggiore liquidità per mezzo del mutuo nella forma del consolidamento debiti è oggetto di diversi vantaggi che sono: la possibilità di rinegoziare le condizioni del mutuo originario al fine di ottenerne altre più vantaggiose; l’opportunità, sia per le aziende sia per famiglie, di evitare il sovra-indebitamento nel caso in cui si siano contratti molti prestiti presso diversi istituti di credito e con tassi d’interesse molto elevati; l’eventualità personalizzare la rateizzazione al fine di restituire le somme nella maniera più agevole possibile alla propria situazione economica.
Si precisa che il vantaggio più importante del mutuo per consolidamento debiti consiste nella prerogativa, per il soggetto che lo richiede, di ottenere della somme di denaro maggiore da investire per ristrutturare casa, acquistarne una o per affrontare un’esigenza improvvisa.

Mutui On Line: i Migliori Comparatori e Preventivatori per Simulare un Mutuo Online

Il mutuo è un contratto particolare attraverso cui avviene lo scambio di denaro o cose fungibili. Nel corso del tempo la stipula dello stesso è divenuta possibile anche online con possibilità per il compratore di richiedere preventivi e fare simulazioni.

Cosa è un mutuo online

Per mutuo online si intende il finanziamento a medio o lungo termine, richiesto tramite internet che sia agli istituti di credito sia alle banche che, esaminata tutta la documentazione allegata alla richiesta, emettono la loro decisione.

Rinegoziazione Mutuo: Come Funziona con Tasso Fisso o Variabile, come rinegoziare il mutuo con la stesa banca, Differenze con la Surroga

La rinegoziazione del mutuo è quella pratica a costo zero per la quale si può chiedere alla propria banca di modificare le condizioni del mutuo, perché sono sopraggiunti dei cambiamenti nella posizione economica del contraente. Questa operazione insomma consente, a coloro la cui posizione economico finanziaria sia diventata più difficoltosa nel tempo, di cambiare alcune caratteristiche nella restituzione della somma pattuita con la banca quando si è firmato il contratto di mutuo.

Non è possibile rinegoziare un mutuo se non risulta modificata la posizione economica del contraente, quindi bisogna innanzitutto preoccuparsi di possedere tutte le carte che dimostrino una situazione di difficoltà in corso nel sopperire alle rate inizialmente approvate.

Sono diverse le condizioni che possono essere riviste: il tasso di interesse e lo spread, il primo dato è legato all’Euribor, quell’indice che stabilisce i limiti dell’andamento dei tassi di interesse variabile, mentre il secondo è un indice che viene stabilito dalla banca e può esserne richiesta la revisione; la durata della restituzione rateale, aumentando gli anni del contratto di mutuo, si può avere un’immediata riduzione della somma da versare mensilmente; il tipo di contratto, si possono richiedere passaggi da tasso di interesse fisso a variabile e viceversa senza alcun costo aggiuntivo.

Per richiedere una modifica di una o più condizioni contrattuali occorre specificare tramite una raccomandata con ricevuta di ritorno presso la sede della propria banca ciò che si intende cambiare, nel caso di accettazione da parte dell’istituto bancario, si effettuerà la rinegoziazione, in caso contrario le condizioni rimarranno le stesse individuate inizialmente. Quest’operazione, previa accettazione della banca, non comporta costi aggiuntivi di commissioni bancarie, nè spese addizionali o tasse di gestione, non intende modificate nè le garanzie inizialmente riportate nè le condizioni di agevolazioni fiscali qualora originariamente presenti nel primo contratto.

Differenze rispetto alla Surroga del Mutuo

La rinegoziazione di un mutuo che risulti gravoso nelle condizioni attuali non viene accettata dalla banca se, per mezzo della surroga, si possono ottenere condizioni migliori. Ripetendo la rinegoziazione è una manipolazione garantita dalla Legge del contratto di mutuo che però deve presupporre una difficoltà effettiva ad ottemperare al pagamento rateale, mentre la surroga è la libera scelta di cambiare il proprio istituto di credito con un altro se quest’ultimo offre condizioni più vantaggiose.

Solitamente le condizioni valutate riguardano proprio i tassi di interesse più bassi. In questo caso ci si reca alla banca che si intende scegliere manifestando la propria volontà di spostare il proprio contratto di mutuo presso quella stessa sede, e dopo la pronta verifica delle condizioni di fattibilità che non hanno alcun costo per il cliente ultimo, tramite comunicazioni interne fra banche si effettua lo spostamento, con chiusura del debito nella banca originaria ed apertura dello stesso nel nuovo istituto.

Parallelamente alla modifica fisica della sede della banca, si possono operare cambiamenti in merito alle condizioni di tasso di interesse e durata della restituzione rateale. Tutta questa operazione non ha costo aggiuntivo o di tasse in nessuna delle sue fasi. Non esiste neanche un numero di operazioni di surroga che si possono effettuare durante la durata del mutuo.

Mutuo Unicredit Tasso Fisso: Offerte, Simulazione, Tassi e Calcolo Rata

UniCredit è un istituto di credito che negli anni ha offerto ai suoi clienti servizi semplici e di successo, con un’attenzione alle innovazioni e alle nuove tecnologie. Una banca creata al fine di rendere il rapporto con te, in quanto utente, diretto e chiaro in qualunque operazione puoi effettuare fornendoti una varietà di prodotti finanziari, oltre alla possibilità di avere una consulenza di un istituto finanziario che nel tempo ha saputo ampliare la sua attività in tutta Europa e nel mondo senza mai perdere la sua identità.

L’attenzione al cliente l’ha portata a delineare prodotti specifici che si possono adattare ad ogni tua esigenza. L’esempio è quella del mutuo UniCredit a tasso fisso. Di seguito andremo ad analizzare le singole caratteristiche in modo da permetterti di valutare quali possono essere i vantaggi di aderire a questa realtà.