Mutuo Non Concesso o Rifiutato: Quali possono essere i Motivi

Ottenere oggigiorno un mutuo è sempre più difficile per tutta una serie di motivazioni, strettamente connesse al costo degli immobili che, specie nelle grandi città, hanno raggiunto cifre stellari ed inaccessibili per la maggior parte dei comuni mortali. Va detto poi che la crisi economica dura da anni, che i contratti di lavoro a tempo indeterminato non costituiscono più da qualche tempo a questa parte la norma, sia nel pubblico impiego che nel settore privato. Fatta questa premessa, vediamo nel dettaglio quali sono le motivazioni più comuni per cui il mutuo non viene concesso o per cui la richiesta viene rifiutata.

Contratto lavorativo non a tempo indeterminato

A meno che tu non abbia un patrimonio da parte, sia esso rappresentato da una cospicua liquidità o da un altro immobile, senza contratto lavorativo a tempo indeterminato, nessun istituto bancario ti concederà un mutuo. Con un contratto a tempo determinato o con uno precario mancano le necessarie condizioni che attestino la tua effettiva capacità di portare a termine il pagamento del debito.

Reddito insufficiente

Se anche disponessi di un contratto di lavoro a tempo indeterminato, ti occorrono entrate sufficienti per poter fronteggiare il pagamento delle rate mensili del mutuo. Condizione importante è che l’importo effettivo della rata da pagare ogni mese per l’acquisto dell’immobile non deve rivelarsi superiore di 1/3 in raffronto allo stipendio mensile. In caso contrario, la maggior parte delle banche valuterà il tuo reddito come insufficiente e le possibilità di ottenere l’accesso al credito per finanziarti il mutuo per l’acquisto della casa resteranno un miraggio.

Situazione patrimoniale insufficiente

Contratto di lavoro e reddito sono di certo due parametri essenziali, affinché l’istituto bancario di turno ti eroghi il mutuo. Tuttavia, ad essere considerata fondamentale è anche la tua reale situazione patrimoniale. Quanti soldi hai risparmiato? Possiedi immobili? O beni materiali di un certo valore? La banca valuterà la cosa molto positivamente. In caso contrario, con i prezzi degli immobili attuali, a fronte di una situazione patrimoniale insufficiente, beh … di ottenere il mutuo proprio non se ne parla.

Finanziamenti multipli o richieste di prestito multiple

Se vuoi acquistare casa, ma con il tuo stipendio sei già costretto ad affrontare una miriade di spese, perché magari hai organizzato il tuo matrimonio, o perché d’improvviso devi vedertela con un imprevisto che prevede il pagamento per spese legali o mediche, beh ottenere un mutuo è impossibile. Nessuna banca te lo concederà, onde evitare che tu, in quanto cliente, vada incontro ad un sovra indebitamento.

Rifiuto dopo perizia per problemi all’immobile

A volte, nonostante una situazione reddituale sufficiente ed una creditizia adeguata, il mutuo viene rifiutato a seguito di perizia, perché l’immobile presenta qualche problema di troppo. Questi variano dalla mancanza di concessioni di una certa rilevanza sino al più classico abuso edilizio. Il perito in queste situazioni tende ad esprimersi negativamente sull’erogazione del mutuo da parte della banca. E’ compito di chi vende mettere a posto le cose, risolvendo il problema. Tuttavia, l’aspetto negativo è che l’iter legislativo potrebbe andare incontro alle odiate lungaggini burocratiche che, fatte le dovute eccezioni, portano chi richiede il mutuo a virare su un altro immobile. Nella lettera vengono sempre e comunque indicati i reali motivi per cui il mutuo per quel determinato immobile ti è stato rifiutato.

Conclusioni

Tieni conto che quelli in questione sono solo alcuni dei più comuni motivi per cui il mutuo non viene concesso o rifiutato dalla banca di turno. possono poi esserci anche casistiche meno eclatanti, dove la banca rifiuta di proseguire la pratica, senza indicare una reale motivazione sul perché di questa decisione.

Dando per scontato che l’istituto bancario ha la massima facoltà nel decidere liberamente a chi concedere il mutuo e a chi no, occorre sottolineare che per avere maggiori delucidazioni su questo argomento, vista la sua delicatezza, è scelta saggia parlare con un intermediario o con un consulente. Un rapporto trasparente con la tua banca di fiducia può infatti rivelarsi soluzione vantaggiosa nell’ottica dell’ottenimento del finanziamento volto all’acquisto dell’immobile. Magari i costi risulteranno maggiorati e le condizioni si presenteranno come non particolarmente propizie. Tuttavia, potresti essere in grado di centrare l’obiettivo: quello di acquistare casa.

Leave a Reply