Mutuo Liquidità: Cos’è, Requisiti, le offerte dei mutui liquidità di BNL, Instesa San Paolo e Unicredit

La vita moderna spesso porta alla necessità di dover avere una disponibilità economica non prevista e che non si riesce a raggiungere con la tua attività lavorativa. L’accesso a un finanziamento e a un mutuo diventa quindi l’unica possibilità per poter raggiungere questo obiettivo. Gli strumenti finanziari messi a disposizione dalle banche o dalle finanziarie sono differenti. Tra questi ti potrebbe essere utile il mutuo di liquidità. Basta aprire internet e ben presto potrai accedere a numerose tipologie di offerte anche direttamente online. Ma che cos’è un mutuo di liquidità? In questo articolo analizzeremo l’importanza di tale strumento e metteremo a confronto le offerte di BNL, Intesa San Paolo e Unicredit.

I requisiti per l’accesso

Il mutuo di liquidità è un finanziamento, con importi che possono raggiungere anche somme consistenti, molto simile a quello finalizzato all’acquisto della prima casa. La differenza sostanziale sta nel fatto che quando richiedi un mutuo di liquidità, avrai a disposizione dei soldi che potrai utilizzare senza dare delle giustificazioni precise

Per poter accedere al mutuo sarà necessario dimostrare la tua capacità di reddito e fornire la garanzia di un immobile libero da ipoteche. Nel primo caso quindi come il mutuo per la prima casa, dovrai presentare alla banca la documentazione reddituale che dimostra la tua capacità di poter restituire l’importo richiesto. Se hai un contratto con busta paga o lo statino pensionistico, la richiesta sarà più semplice. Ovviamente verrà calcolato l’importo in base al valore netto dello stipendio o della pensione senza mai superare il 30% come rata.

Il secondo requisito fondamentale per la richiesta di un mutuo di liquidità è il possesso di un immobile. È importante non solo il titolo di proprietà ma che il bene non sia coperto da ipoteche. Infatti nel momento in cui viene concesso il mutuo, la banca come garanzia accenderà un ipoteca sulla tua casa.

I vantaggi del Mutuo liquidità

Le offerte delle banche sono differenti e a volte non è sempre facile scegliere tra un mutuo e un finanziamento. Ma quali sono i vantaggi di un mutuo di liquidità? Di seguito andremo ad analizzare alcuni aspetti:

  • importo: per primo cosa rispetto a un prestito sarà possibile chiedere un importo che va dai 10.000 fino anche ai 400.000 €. Per i dipendenti il valore massimo richiedibile equivale a 70% del valore dell’immobile, per il lavoratore autonomo il massimo da chiedere è invece il 50%;
  • rate: il mutuo di liquidità prevede una tempistica molto ampia fino anche a 40 anni. L’unico limite di età che viene posto è quello collegato ai 75-80 anni di colui che richiede il mutuo. Nel caso di un prestito invece normalmente non si superano i 10 anni;
  • tassi d’interesse: avrai un’ampia disponibilità di scegliere tra diverse forme di interesse che sono nettamente meno onerose rispetto a quelle di un prestito. Le rate saranno di importo più ridotto.

Le offerte dei mutuo liquidità: alcune proposte messe a confronto

Di seguito ti esponiamo le offerte di tre istituti di credito che ti potrebbero interessare:

  • BNL: le offerte previste da questo istituto di credito sono, il mutuo spensierato e il mutuo variabile. Nel primo caso è un mutuo a tasso fisso che si aggira tra il 2% e il 2,45% che è rivolto ai dipendenti e ai pensionati. La durata va dai 10 ai 20 anni. In ogni caso l’età del mutuatario non deve superare gli ottant’anni al momento della chiusura del mutuo. Nel secondo caso è invece un mutuo a tasso variabile;
  • Intesa San Paolo: potrai scegliere tra mutuo domus per spese e investimenti oppure mutuo domus con finalità di rifinanziamento. Nel primo caso sarà possibile richiedere un importo che non deve superare il 70% del valore dell’immobile eun massimo di 400.000€. Il tasso potrà essere sia fisso che variabile. Nel secondo caso si prevede la possibilità di rinegoziare un mutuo ipotecario già esistente per avere una somma di liquidità. Sarà possibile chiedere un importo fino a 400.000 euro. La risomma che verrà erogata sarà suddivisa in modo da rifinanziare il precedente mutuo e avere un massimo di 100.000 euro finalizzati a nuova forma di liquidità;
  • Unicredit: potrai far richiesta sia di un mutuo finalizzato a liquidità sia eventualmente per consolidamento dei debiti. L’offerta prevede un importo che va dai 30.000 ai 250.000 €. In ogni caso non sarà possibile superare il valore del 70% dell’immobile posto a garanzia. Il tasso di scelta e sia fisso che variabile, per un periodo che va dai 5 ai 20 anni. le rate sono mensili. Unicredit ti offre la possibilità di aggiungere dei servizi come quelli di taglia rata, ricuci rata e sposta rata. Grazie ad essi potrai eventualmente sospendere il pagamento per un massimo di 12 mesi, oppure allungare le rate o slittarne una di tre mesi.

Leave a Reply