Surroga Mutuo BNL: Offerte BNL per il Trasferimento del Mutuo Casa

L’offerta BNL per chi volesse trasferire il mutuo prevede due opzioni: TrasformaMutuo BNL, per surrogare il mutuo per l’intero importo residuo, o TrasformaMutuoExtra BNL, dove oltre alla surroga si ottiene della liquidità aggiuntiva, alle stesse condizioni. E’ attiva anche un’interessante promozione “green”: l’immobile è in classe energetica alta e richiedi la surroga entro il 31.09, la polizza casa e famiglia è gratuita per un anno. I mutui BNL su cui trasferire il tuo vecchio finanziamento sono attualmente sei, e coprono un po’ tutte le tipologie.

A tasso fisso e rata costante per chi vuole programmare, a tasso fisso e rata ridotta in condizioni di mercato favorevoli, a tasso fisso e rata decrescente, indicato per i redditi variabili. C’è anche il prodotto “contrario”, a tasso fisso e rate crescenti quinquennali, per chi prevede un incremento delle entrate in futuro. Questa tipologia è disponibile anche nella versione a tasso variabile. Infine, c’è il tasso fisso standard, se vuoi approfittare di eventuali futuri abbassamenti. 

SURROGA BNL E SURROGA + LIQUIDITA’ BNL

Le due modalità sono disponibili per sei tipi di mutuo, che si differenziano per il tasso, le condizioni, la flessibilità. La surroga “base” (ovvero senza liquidità extra) è richiedibile da lavoratori dipendenti a tempo indeterminato, lavoratori autonomi e liberi professionisti. L’età massima a fine mutuo non può eccedere gli 80 anni, condizione che si può comunque derogare, a discrezione della banca. L’importo finanziabile ammonta all’80% del valore dell’immobile, e non può eccedere il residuo del mutuo. L’opzione surroga + liquidità ha le stesse condizioni. In aggiunta, si può chiedere un importo extra fino a 100.000 €, che non superi però il 60% del valore dell’abitazione.

Inoltre, se sottoscrivi una richiesta di mutuo (o di portabilità da altra banca) entro il 30.09 per un immobile in classe energetica A o B puoi beneficiare di una promozione sulla polizza casa e famiglia. La promozione è valida anche se, dopo l’acquisto, fai eseguire le modifiche per far passare l’abitazione in una delle due classi energetiche più alte. Un immobile in classe energetica alta fa bene all’ambiente -meno sprechi, rendimento ottimizzato- e al portafoglio, facendoti risparmiare sui consumi.

SURROGA DEL MUTUO: COME E PERCHE’

Viviamo in una fase economica incerta. Capita allora che un mutuo, sottoscritto in passato, a condizioni allora vantaggiose, sia oggi meno conveniente. Se vuoi valutare una surroga, puoi farti un’idea su costi e offerte dei concorrenti dai siti internet istituzionali, o sul sito di qualche comparatore. Inserendo i dati principali puoi valutare, numeri alla mano, se converrebbe traslocare il debito presso un altro istituto. La banca presso cui hai aperto il mutuo non può opporsi alla richiesta di trasferimento, che è soggetta all’approvazione della banca presso cui vuoi trasferire il finanziamento. L’operazione è gratuita, le spese di istruttoria sono a carico della banca ricevente, ad eccezione della tassa ipotecaria di 35 €.

PORTABILITA’ DEL MUTUO: L’ITER DA SEGUIRE

La richiesta va presentata tramite raccomandata alla banca in cui sei intenzionato a trasferire il mutuo, e per conoscenza alla vecchia. Su internet sono disponibili dei modelli di richiesta, a cui andranno allegati: copia di documento di identità e codice fiscale degli intestatari del mutuo (e dell’eventuale garante), certificato di nascita e di stato civile. Se gli intestatari sono coniugati, serve anche il relativo Atto. In caso di separazione o divorzio, va allegata in copia la sentenza.

I documenti reddituali necessari sono: ultime due buste paga e CUD (o in alternativa 730 o unico) se sei lavoratore dipendente. Gli autonomi devono inviare copia dell’Unico e certificato di iscrizione all’Albo o alla Camera di commercio, a seconda del tipo di attività svolta. Riguardo l’immobile, vanno consegnati -ovviamente tutti in copia- atto di acquisto, compromesso se presente, nota di iscrizione dell’ipoteca, certificato di abitalità e planimetria completa, comprensiva di pertinenze ed eventuali proprietà confinanti. In ultimo, l’importo del debito residuo al giorno in cui è prevista la firma della surroga.

Leave a Reply