Migliori mutui disponibili: calcolo mutuo online

Per capire quali sono i migliori mutui disponibili, il calcolo del mutuo online è molto semplice, e basta compiere alcuni semplici operazioni per avere subito sottomano vari preventivi delle diverse banche.

Il primo passo da compiere è quello di guardare sui siti delle diverse banche e utilizzare l’apposito strumento di calcolo per avere in pochi minuti un preventivo completo e dettagliato. Basterà inserire in ogni preventivo gli stessi dati per effettuare un confronto attento e preciso, che tenga conto di ogni aspetto e delle specifiche esigenze che un consumatore può avere. Confrontare i diversi siti, calcolando su ognuno un preventivo di mutuo è un’ottima soluzione per capire subito quale sia il più vantaggioso e quindi il migliore.

Attraverso i form di richiesta raggiungibili dai link presentati sul sito è possibile accedere poi ad interessanti opportunità di risparmio.

Ci si chiede come prima cosa che importo si deve avere a disposizione per contrarre un mutuo: ogni banca prevede una cifra precisa, a seconda dell’importo totale da finanziare per l’acquisto, ma generalmente si può dire che è necessario disporre di almeno 100.000 euro per poter avere un mutuo per un appartamento di medie dimensioni.

Le banche inoltre fanno molta attenzione al reddito mensile, e all’ammontare dell’importo da finanziare: la durata del mutuo dipende anche da questo, perché il canone mensile non può superare il 35%-40% del reddito familiare complessivo. Non sono tenute in conto le rendite extra, derivanti magari da attività irregolari o comunque non ricomprese nel reddito del nucleo familiare.

Si consiglia in genere di non contrarre un finanziamento poco tempo prima di richiedere un mutuo: questa scelta si rivela particolarmente sbagliata nel momento in cui il mutuo viene rifiutato, perché la banca non ritiene che il cliente possa far fronte ad entrambe le scadenze mensili.

Se l’immobile proviene da donazione, inoltre, è possibile che la banca presenti un tasso d’interesse o condizioni diverse, in funzione del maggiore rischio corso dall’acquirente.

Tra le scelte che si devono poi compiere nel momento in cui si sceglie un mutuo c’è quella del tasso variabile o fisso: il tasso variabile è sconsigliato nella maggior parte dei casi, ed è solitamente scelto da chi intende sfruttare eventuali ribassi del mercato. Ma in caso di rialzi notevoli comporterà un interesse molto alto, e questo finirebbe inevitabilmente per penalizzare il consumatore. Il tasso fisso, invece, prevede uno stesso interesse ogni mese, e per ogni anno di durata del mutuo: in questo modo il cliente avrà una garanzia in più.

Verificare prima di contrarre un mutuo, sia online che presso un ufficio fisico, che la penale richiesta in caso di estinzione anticipata non sia troppo alta: per legge, non può superare il 4% dell’importo totale del mutuo residuo, ma su cifre importanti una differenza di pochi punti percentuali potrebbe rivelarsi molto significativa.

Infine, se possibile, stipulare una polizza assicurativa sul mutuo, in modo da avere una certa copertura in caso di impossibilità nel pagare una rata mensile.